ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

In bici sulle colline intorno a Biella fra terrecotte, riti antichi e fioriture

2 settimane fa •  2 minuti di lettura
Fra gli itinerari disegnati da ATL Biella Valsesia Vercelli c'è una pedalata di 56,9 km nei dintorni della città piemontese, alla scoperta di realtà piccole ma sorprendenti

Parchi e riserve naturali, storia e artigianato, riti e tradizioni. Curati e adatti a tutti, gli itinerari cicloturistici della provincia di Biella sono una sorprendente e piacevole scoperta fra colline e montagne, resa più semplice dalla cartellonistica ad hoc e sempre varia grazie a una ricca proposta.

Impreziosita da memorabili scorci della pianura, la pedalata di 56,9 km sulle colline intorno a Biella è parte di un itinerario di tre giorni proposto dalla ATL Biella Valsesia Vercelli, agenzia di accoglienza e promozione turistica, che fornisce assistenza ai visitatori per la prenotazione di servizi.

“PASSIONE” CICLISTICA E NON SOLO: A SORDEVOLO IL RITO DELLA PASQUA HA RADICI ANTICHE

Il tracciato parte dalla stazione ferroviaria di Biella e si dirige verso la zona collinare ad ovest del capoluogo. Si attraversano Occhieppo Inferiore, Occhieppo Superiore e si sale verso Sordevolo, un borgo collinare che deve la sua fama alla Passione di Cristo, spettacolo teatrale riproposto ogni cinque anni durante i weekend estivi.

Si svolge nell’anfiteatro comunale da 2400 posti al coperto e coinvolge circa 400 attori: tra cavalli e bighe romane, a esibirsi sono gli abitanti del paese, davanti a un pubblico proveniente da tutta Italia e non solo. L’edizione di due anni fa, rinviata per il Covid, verrà proposta da giugno 2022.

PEDALARE FRA LE MERAVIGLIE: LA FIORITURA DEI RODODENDRI NEL PARCO BURCINA

Oltre Sordevolo, si procede lungo la strada panoramica per Pollone, facendo una doverosa tappa al Parco Burcina, riserva naturale estesa su un’intera collina e conosciuta per la spettacolare fioritura della Valle dei Rododendri a maggio. 

Procedendo verso Biella, si svolta in direzione Valdorno (km 12,1), si risale la collina e si pedala nel verde verso la Valle Cervo su strade poco trafficate attraverso i boschi, seguendo le indicazioni verso Pralungo (km 15,7) e Tollegno (km 17,6).

La pedalata prosegue per Andorno Micca e per un’altra vallata con le frazioni di Locato e San Giuseppe di Casto, per poi svoltare a destra al bivio verso Selve Marcone e seguire le indicazioni per Pettinengo e Zumaglia (km 28,6). 

IN BICI SULLE COLLINE BIELLESI: IL CASTELLO SUL BRICH E L’ECOMUSEO DELLE “BIELLINE”

Superata Zumaglia,  al km 40,3 è suggerita una tappa alla collina del Brich, sulla cui cima si trova il duecentesco castello rimesso a lucido a inizio Novecento, a quasi quattro secoli dalla distruzione.

Il paese di Ronco è invece noto per la produzione di bielline, stoviglie in terracotta cui è dedicato l’ecomuseo visitabile nel periodo estivo. Fra Valdengo e Vigliano si pedala tra castelli e dimore storiche, in un’area di grande tradizione vitivinicola, poi si fa ritorno a Biella (56,9 km). 

Fioriture, spettacoli, castelli e terracotte: qual è la vostra tappa preferita sulle colline biellesi?

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!