ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Vacanze in bicicletta, Varese punta su #DoYouBike e sui servizi integrati

5 mesi fa •  2 minuti di lettura
Il nuovo brand presentato da Camera di Commercio e Varese Sport Commission mira allo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile che coinvolga l'intera filiera

Percorsi per tutti i cicloturisti, bike hotel, noleggio attrezzature, mappe. E tanto, tanto altro. Perché un territorio storico per il ciclismo ha bisogno di aggiungere offerte e servizi integrati per costruire un turismo sostenibile e inclusivo.

È questo l’obiettivo di Varese #DoYouBike, il nuovo brand presentato da Camera di Commercio e Varese Sport Commission, tramite il quale si punterà a sviluppare di un sistema cicloturistico e di mobilità sostenibile con il coinvolgimento di imprese della filiera, associazioni di categoria ed enti locali.

UN “LUOGO ELETTO” PER IL CICLISMO FRA VALLATE E LAGHI, CAMPIONI E GRANDI EVENTI

Una provincia interamente dedicata al cicloturismo, la prima in Italia. Terra di ciclismo per eccellenza, Varese può vantare di aver cresciuto a “pane e bicicletta” campioni come Alfredo Binda e Claudio Chiappucci, Ivan Basso e Luigi Ganna.

Classiche come la Tre Valli Varesine hanno superato il secolo di storia. E qui hanno fatto capolino, per due volte, anche i Mondiali.

Il territorio della provincia di Varese è accarezzato da percorsi cicloturistici che s’insinuano tra il verde delle vallate prealpine e il blu della terra dei laghi.

Una specie di “luogo eletto” per il turismo in bicicletta, dunque, sul quale è naturale puntare.

LE VIE DEL CICLOTURISMO A VARESE: “MORBIDE” A SUD, ADRENALINICHE A NORD

Poche cifre per rendere l’idea di cosa vuol essere Varese #DoYouBike: 100 km di itinerari certificati per ogni area per un totale di 500 km di percorsi, tre livelli di difficoltà (famiglia, cicloturista, sportivo), 20 punti ricarica, 40 punti convenzionati tra gli operatori del settore, 15 guide certificate.

Che sia sugli itinerari pianeggianti e collinari a sud o su quelli di enduro e adrenalinici nel nord della provincia, l’intero territorio sarà connesso grazie all’integrazione fra rete esistente e quella in via di sviluppo.

Strutturati sulla base di tipologia di utenti, difficoltà e lunghezza, i percorsi fra le bellezze ambientali, architettoniche e artistiche della provincia saranno contrassegnati e dotati di tutte le informazioni necessarie e dei servizi correlati: assistenza, mappe, noleggio attrezzature, punti ristoro, bike hotel, ristoranti e pubblici esercizi “bike friendly”.

VARESE #DOYOUBIKE, UN SISTEMA TURISTICO CHE COINVOLGE IMPRESE, ENTI E ASSOCIAZIONI

Per creare un vero e proprio ecosistema cicloturistico, la Camera di Commercio di Varese coinvolgerà nel progetto imprese della filiera (bike center, ristoranti, alberghi e agriturismi), associazioni di categoria ed enti locali, a partire dalla Provincia con la quale è stato sottoscritto un accordo di programma.

Un network diffuso di offerte e servizi integrati per un turismo sostenibile e inclusivo, all’insegna dell’“active&green”.

Soft o adrenalici, quali sono i vostri percorsi preferiti nel Varesotto? Parliamone nei commenti!

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!