ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Klapprad, la “nuova Graziella” arriva dalla Germania ed è adatta a tutti 

2 mesi fa •  2 minuti di lettura
Ispirata al celebre modello degli anni Sessanta che stregò Dalì e la Bardot, la bicicletta pieghevole della tedesca Excelsior è un modello poliedrico perfetto per grandi e piccoli

Quali caratteristiche deve avere una bicicletta per conquistarci? Il look, senz’altro. E poi la funzionalità, l’efficienza e, perché no, la semplicità. Se poi ci aggiungiamo la capacità evocativa, che risveglia in noi ricordi spensierati di un’epoca passata, quella bici ha una seria possibilità di fare “centro”.

È il caso della Klapprad, modello pieghevole con ruote da 24” firmato dalla casa tedesca Excelsior, revisione in chiave moderna della Graziella, bicicletta italiana nata nel 1964 dalla mente di Rinaldo Donzelli. Una bici poliedrica che va bene per tutta la famiglia, piccoli e grandi, che come la sua antenata glamour ispira un senso di praticità e maneggevolezza, oltre che di libertà.

Chi ha qualche primavera alle spalle e tanti chilometri nelle gambe, ricorderà l’artista spagnolo Salvador Dalì che trasportava le sue opere in Graziella o l’attrice Brigitte Bardot nella pubblicità che la definiva la Rolls-Royce delle biciclette per il mix di robustezza, affidabilità ed eleganza.

EXCELSIOR KLAPPRAD, STUDIATA PER L’INTERMODALITÀ E DISPONIBILE IN DUE TAGLIE

La Klapprad si inserisce in un mercato che ha visto le folding bikes tornare sulla cresta dell’onda, grazie all’intermodalità e al pendolarismo. E ammicca proprio a quanti scelgono l’intermodalità per gli spostamenti quotidiani. 

Come analizzato dal report “Italia in bici: scenari, protagonisti e indotto” di Repower in collaborazione con IULM, garantire soluzioni intermodali tra bicicletta e sistemi assimilabili al trasporto pubblico, è importante tanto per i cicloturisti quanto per i pendolari per gli spostamenti quotidiani. Le folding bikes infatti si caricano senza sforzi sui mezzi di trasporto e si possono “parcheggiare” in ufficio, contribuendo così alla mobilità integrata in città. 

La pieghevole di Excelsior si presenta con un telaio in acciaio, di colore blu intenso, disponibile in due taglie – 40 e 48 cm – così da essere comoda anche per le persone più alte. Si piega grazie a una cerniera sul telaio (proprio come faceva la Graziella) e può essere trasportata in auto, autobus, metropolitana o treno.

Rispetto alla Graziella, varia anche la misura delle ruote, 24″ e non 20″, che rendono la Klapprad più veloce, stabile in curva, solida sulle asperità.

EXCELSIOR KLAPPRAD: TRASMISSIONE, ACCESSORI E DETTAGLI DELLA “NUOVA GRAZIELLA”

La Excelsior Klapprad, dal peso totale di 14,5 kg, è disponibile in versione a una velocità o con cambio al mozzo Shimano Nexus a tre velocità con freno posteriore contropedale. Davanti c’è invece un freno V-brake, che assicura una potenza di frenata ottimale.

Studiata per il ciclista pendolare, la Klapprad è accessoriata con tutto ciò che occorre al suo pubblico di riferimento: luci catarifrangenti anteriore e posteriore, luce anteriore, portapacchi e parafanghi.

Il dettaglio della luce anteriore a led richiama le bici di un tempo: è infatti alimentata da una dinamo fissata alla forcella con ghiera rotante al cerchio, come nelle bici di una volta. Il manubrio ha una forma a mezzaluna ed è regolabile in altezza.

Chi di voi ha già posseduto una Graziella ed è tentato dalla nuova Excelsior Klapprad?

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!