ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Il cerchio si chiude: i pneumatici da bici riciclati senza scarti né CO2

3 mesi fa •  2 minuti di lettura
Schwalbe ha presentato a Eurobike l'innovativo processo di riciclo sviluppato in collaborazione con la Technical University di Colonia e la Pyrum Innovations: nel 2023 il primo prodotto

Il ciclismo come mercato principale. La sostenibilità come valore. E un innovativo processo di riciclo di pneumatici, senza scarti né rilascio di CO2, che rappresenta una vera e propria svolta nel settore.

Primo produttore di pneumatici per biciclette a livello mondiale, Schwalbe ha presentato a Eurobike la grande novità, sviluppata in collaborazione con i suoi partner, la Technical University di Colonia e gli specialisti del riciclo della Pyrum Innovations.

IL PROCESSO DI RICICLO DI SCHWALBE

Con il rivoluzionario processo presentato da Schwalbe, sarà possibile riciclare pneumatici usati di tutte le marche senza scarto alcuno: i nuovi pneumatici verranno prodotti a partire da quelli usati, mentre in passato l’usato finiva nell’inceneritore e veniva rilasciata nell’atmosfera CO2 dannosa per il clima. 

Si parte dalla raccolta di pneumatici usati, che vengono trasportati a Pyrum, partner di Schwalbe per il riciclo. Gli pneumatici usati vengono triturati in granulato di gomma, acciaio e tessuto. Poi avviene la pirolisi dei granuli di gomma in olio, gas e coke da pirolisi. L’rCB (recycled carbon black) ottenuto viene utilizzato per la realizzazione di nuovi prodotti.

Il primo prodotto Schwalbe realizzato al 100% in rCB realizzato da pneumatici per bicicletta riciclati verrà presentato in occasione della conferenza stampa di Eurobike 2023.

PYRUM INNOVATIONS: ORIGINE E FUNZIONAMENTO DELLA PIROLISI

La pirolisi è un processo di decomposizione termochimica, ottenuto mediante l’applicazione di calore e in completa assenza di un agente ossidante.

Nata in un capanno da giardino, l’idea di Pascal Klein è diventata prima una start-up e poi un’azienda, Pyrum Innovations, che gestisce l’unico impianto di pirolisi di pneumatici al mondo, attivo tutto l’anno.

Funziona così: gli pneumatici usati vengono triturati in quattro fasi, ottenendo granuli di gomma, fibre tessili e acciaio; il granulato di gomma entra nel forno di pirolisi a 700 gradi in assenza di ossigeno. Il gas provvede al bisogno dell’impianto, completamente autosufficiente; l’olio viene consegnato a Basf e riutilizzato, anche nelle fibre tessili; il coke da pirolisi (rCB) viene riutilizzato per realizzare nuovi pneumatici.

SCHWALBE E IL RICICLO, DAI TAPPETI ALLE CAMERE D’ARIA

Il tema della sostenibilità, allora rappresentata dalla longevità dei prodotti, è sempre stato caro a Ralf Bohle, fondatore dell’azienda Schwalbe, che da quasi mezzo secolo sviluppa e produce pneumatici per biciclette di alta qualità, adatti per ogni ciclista.

Da allora, diverse persone in team hanno lavorato con grande energia per trovare un processo per riciclare gli pneumatici da bicicletta usati.

Tre le tappe della storia del riciclo di pneumatici da bici secondo Schwalbe: nel 1993 il primo approccio con la questione, la creazione di tappeti di gomma per il commercio specializzato; nel 2015 l’avvio del programma di riciclo delle camere d’aria; nel 2022, infine, il “Via!” al riciclo degli pneumatici Schwalbe in Germania.

Quanta considerazione attribuite, nei vostri acquisti “ciclistici”, alla sensibilità di un’azienda verso i temi della sostenibilità? Parliamone nei commenti!

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!