ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Fattoria La Maliosa, un’oasi di ricarica per corpo, mente e…e-bike

1 mese fa •  3 minuti di lettura
Sinuose colline e antichi borghi abbracciano questa azienda agricola immersa nel cuore della Maremma Toscana, tappa ideale per la sosta del cicloturista, magari dopo un’escursione in sella fra i tanti borghi della zona

Per gli appassionati delle due ruote, e soprattutto di cicloturismo, la Maremma Toscana è uno di quei luoghi da visitare almeno una volta. Con i suoi tramonti sul mare, le strade solitarie tra vigneti e uliveti ed i borghi medievali, la Maremma Toscana affascina visitatori provenienti da tutto il mondo. Vivere questi territori in sella alla propria bicicletta è un vero toccasana per rigenerare anima e corpo. 

È in questo scenario che sorge Fattoria La Maliosa, a Saturnia, non lontano dal famoso sito termale. Si tratta di un’azienda agricola che si estende su circa 160 ettari nella Maremma collinare. L’amore per la terra si coniuga con il profondo rispetto di essa: non a caso, Fattoria La Maliosa è un’azienda biologica certificata dal 2010. 

Dopo una bella escursione in bici – o anche in e-Bike, visto che La Maliosa fa parte del circuito DINAclub, offrendo quindi la possibilità di ricaricare con DINA e partecipare alla gamification in collaborazione con komoot –  e magari una degustazione tra vigneti e uliveti, Fattoria La Maliosa offre anche la possibilità di dormire nell’esclusiva StarsBox, una casetta in legno con un letto a due piazze dove è possibile passare la notte e perdersi con lo sguardo nel cielo stellato, e godere del panorama su bassa Maremma, Argentario, Alto Lazio e Monte Amiata.

Proprio grazie alle e-Bike, Fattoria La Maliosa è una destinazione sempre più frequentata da ciclisti di ogni tipo, che qui apprezzano l’accoglienza fatta di amore per la terra, attenzione per il cliente e prodotti di qualità, come racconta Caterina Tulino, Responsabile all’accoglienza in cantina presso Fattoria La Maliosa.

Presso Fattoria La Maliosa le escursioni in bici sono tra i vigneti e gli uliveti della campagna maremmana
Presso Fattoria La Maliosa le escursioni in bici sono tra i vigneti e gli uliveti della campagna maremmana

Raccontaci della tua clientela tipo: l’esplosione delle attività all’aperto ha cambiato tipologie di visitatore e le sue esigenze?

I nostri clienti sono amanti della natura, del benessere psicofisico e spesso sono consumatori consapevoli, attenti al tema della sostenibilità ambientale. Le attività open air sono il nostro punto di forza. L’estensione della proprietà e i numerosi punti panoramici permettono di vivere delle esperienze uniche ed immersive nel contesto naturale maremmano.

Cosa significa per te essere una struttura “BikeFriendly”? Cosa non dovrebbe mai mancare per fare felice un cicloturista?

Per noi essere una struttura BikeFriendly significa essere attenti alle loro esigenze, cercando di creare un’oasi di recupero “energie” per poter continuare il loro itinerario. Energie per il corpo, la mente e le loro biciclette.

Quali sono un percorso e un’attrazione che un cicloturista non dovrebbe mai perdersi nella tua zona?

Le possibilità sono molte. La maremma toscana ospita numerose bellezze naturali, una fra tutte le Cascatelle del Mulino di Saturnia, i borghi di Pitigliano e Montemerano. Non per ultime, a breve distanza, le meravigliose spiagge dell’Argentario e la Laguna di Orbetello, oltre alle bellezze paesaggistiche della natura selvaggia che fanno da protagoniste in ogni scorcio.

Quanto sono importanti, nella tua esperienza, la tecnologia e le piattaforme online nel turismo di oggi?

Molto importanti. Abbiamo installato da più di un anno un sistema di prenotazione online, dove è possibile prenotare non solo il pernottamento, ma tutte le esperienze ideate. Il turista di oggi si affida sempre di più all’online per ricercare un’esperienza che possa soddisfare i suoi bisogni. In questo senso, anche il supporto offerto da DINAclub nella promozione e visibilità sul target di ciclisti e cicloturisti è un’opportunità preziosa. 

Sei entrato a far parte dell’ecosistema di mobilità sostenibile Repower: cosa significa per te “sostenibilità”, e quanto questa sensibilità fa la differenza per il visitatore di oggi?

Per La Maliosa la sostenibilità è uno dei principi fondanti. Sin dalla sua nascita l’azienda si è impegnata nella produzione sostenibile a ciclo chiuso vegetale, partendo dall’installazione di pannelli solari. La scelta di far sorgere l’azienda in un territorio prevalentemente boschivo a limitata azione antropica, sia abitativa che agricola per decine di chilometri, ha le sue origini nella volontà di rispettare al massimo il paesaggio e l’ambiente naturale accrescendo la salubrità e la qualità dei prodotti. 

Per quanto riguarda l’obiettivo agricolo colturale, ciò che ci contraddistingue è la gestione agricola, basata su un’agricoltura biodinamica a ciclo completamente vegetale, che ha lo scopo di limitare gli interventi meccanici e utilizzare coperture vegetali prodotte in azienda. A oggi siamo la prima e tuttora unica azienda agricola a conduzione biodinamica in Italia ad aver misurato la propria impronta ecologica.

Le certificazioni ottenute dall’azienda dimostrano la volontà di trasparenza verso i processi produttivi aziendali e di andare nella direzione della sintonia tra uomo e natura.

Pronto a lasciarti sfiziare dalla Fattoria La Maliosa e a scoprire la Maremma più autentica? Clicca qui per trovare la localizzazione su komoot e disegnare il tuo itinerario!

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!