ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Il fascino delle epiche moto americane nelle bici elettriche di KGB

5 mesi fa •  2 minuti di lettura
I due modelli firmati dalla bottega brianzola Kustom Garage Bicycles sono ispirati alla Harley Davidson e alla Indian: il telaio è costruito con materiali di recupero, il cuore è tecnologico.

Un simbolo di libertà, indipendenza e voglia di avventura. Un’autentica icona cinematografica, protagonista di pellicole celebri come Easy Rider, Pulp Fiction, Rocky III, Avengers: Age of Ultron, solo per citarne una minima parte. Harley Davidson è anche fonte di ispirazione per le creazioni di KGB ovvero Kustom Garage Bicycles, marchio di biciclette artigianali nato nel cuore della Brianza.

Dai più disparati materiali di recupero nascono vere opere d’arte, muscolari e a pedalata assistita, ispirate nel design a suggestive icon bikes come la Indian Racer o, appunto, la Harley Davidson.

KUSTOM GARAGE BICYCLES, PEZZI UNICI COSTRUITI CON MATERIALI DI RECUPERO

Con il nome di Kustom Garage Bicycles sono firmati i mezzi di Robert Godri, in arte Mr. GoRo, autodidatta dotato di ingegno, fantasia e un pizzico di follia, oltre al grande amore per la natura che affratella ciclisti e motociclisti. Arrivato nel 2003 dalla Transilvania, si è trasferito a Biassono, in Brianza, lavorando in diversi settori ma coltivando senza sosta la passione per la bicicletta.

Dopo l’incontro con Cranksters B.C., un club italiano di bici custom, questa passione è diventata un secondo lavoro. Nella sua mini-bottega domestica, Godri ha iniziato a costruire biciclette retro con materiali di recupero, da alcuni ribattezzati RotamArt. Pezzi unici, con forme insolite e soluzioni originali, realizzati in maniera artigianale e particolarmente apprezzati. Un successo che ha convinto Mr. GoRo a cimentarsi con il mondo delle bici elettriche.

OTTO MESI DI LAVORO PER L’E-BIKE ISPIRATA ALLA PRIMA HARLEY DAVIDSON

A 17 anni, il giovane Robert smontava e rimontava motociclette nella sua camera da letto al quarto piano, per la “felicità” della madre. Oggi, invece, la sua officina è la lavanderia condominiale, che utilizza in cambio della manutenzione del giardino comune, arricchito con le sculture che ha realizzato con materiali di recupero.

Ma il meglio di sé, Mr. GoRo, lo dà con le biciclette. E l’ultima frontiera, è il caso di dirlo, è l’omaggio ai pionieri delle due ruote, primi fra tutti William Harley e Arthur Davidson che nel 1903 in un piccolo garage del Wisconsin costruirono un primo prototipo di bicicletta motorizzata che, con gli anni, divenne la moto conosciuta e amata in tutto il mondo.

L’interpretazione ciclistica della Harley Davidson, che ha richiesto a Robert otto mesi di lavoro, riprende lo stile dell’originale, ma con un “cuore” tecnologico e moderno: un motore elettrico da 1.000W alimentato da batterie nascoste nel “serbatoio” dalla capacità non dichiarata. L’unità di oltre 250W assicura prestazioni di rilievo ma obbliga all’immatricolazione come ciclomotore.

TELAIO CREATIVO, “CUORE” TECNOLOGICO PER LA REPLICA DELL’INDIAN RACER

Obbligo di immatricolazione anche per la ebike ispirata alla Indian Racer del 1914, altro mito delle due ruote, caratterizzata da un design che ricorda l’iconico bicilindrico a “V”. A muovere questa bici è invece un motore elettrico da 750 W per una velocità dichiarata di circa 50 km/h. Su questo modello Mr. GoRo ha lavorato per circa un anno e, del resto, i primi tre o quattro mesi in genere sono dedicati allo studio del mezzo, per poi passare al disegno e al recupero dei materiali.

Costruita con pezzi recuperati dai rottamai, la replica dell’Indiana Racer ha forme definite con il lavoro manuale su metalli, plastica, legno e vetroresina. Oltre l’arte del riciclo, applicata al telaio, le bici sono rese affidabili e sicure da componenti nuove: dal motore alle batterie, dalle parti elettriche all’impianto frenante, passando per le ruote e i copertoni.

E tu, sceglieresti una e-Bike con questa personalità per i tuoi spostamenti?

Commenti

1 commento trovati

  1. […] Abbiamo già raccontato su DINAClub le creazioni di KGB (Kustom Garage Bicycles), che nel cuore della Brianza trasforma i più disparati materiali di recupero in artistiche bici muscolari e a pedalata assistita, ispirate nel design a motociclette come la Harley Davidson. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!