ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Da Trek la light e-bike con il motore che c’è ma non si vede (e pesa poco)

2 mesi fa •  2 minuti di lettura
Fuel EXe è stata pensata e sviluppata come una perfetta bici da trail, impreziosita da un propulsore leggero e poco ingombrante che permette di avere una sensazione di pedalata quasi naturale

La tendenza attuale dei produttori di bici elettriche, così come di chi le usa, è prediligere mezzi che offrano l’opportuno aiuto quando richiesto, ma restituendo la stessa sensazione di pedalata naturale che dà la bici muscolare.

Fra le ultime uscite che puntano a ridefinire il concetto di mountain biking c’è Fuel EXe, la light e-bike di Trek; una bici che assiste silenziosamente il biker quando serve e scompare completamente quando non serve più. 

Trek presenta la sua ultima creatura come una e-bike che consente di fare di più, senza alterare il contatto con la natura, offrendo la giusta quantità di assistenza in salita e garantendo la sensazione di un’agile e capace bici da trail tradizionale in discesa.

L’INNOVATIVO MOTORE TQ HPR 50

Tra i punti di forza della Fuel EXe c’è il motore, realizzato dalla tedesca TQ, acronimo di Technology in Quality, azienda che aveva già sviluppato il super motore Flyon di Haibike da 120Nm di coppia.

Con HPR 50, il propulsore realizzato per Fuel EXe, il focus è stato un altro; alla ricerca della miglior soluzione per quanti vogliono spingersi lontano ma senza compromessi in termini di peso e rumore.

L’innovativo sistema di servoassistenza TQ-HPR 50 ha infatti dimensioni ridotte, peso di soli 3,9 kg compresa la batteria da 360 Wh e un apprezzatissimo feeling naturale grazie al sistema Harmonic Pin Ring Trasmission (ne abbiamo parlato qui).

LA BATTERIA E IL RANGE EXTENDER

Grazie alla capacità da 360Wh, la batteria Trek Fuel EXe offre potenza a sufficienza per le lunghe uscite, con un ingombro minimo: è infatti celata in modo efficiente per occupare meno spazio nel tubo obliquo rispetto alle batterie tradizionali per e-bike. E si può rimuovere con una chiave a brugola.

Il Range Extender è invece una batteria di scorta compatta a forma di borraccia garantisce 160Wh di potenza, che consente di aumentare l’autonomia del 44% per cento. Basta inserirla nel portaborraccia – la porta di ricarica è situata sulla parte superiore del tubo obliquo, lontano dal fango – collegarla e partire, senza necessità di componenti aggiuntivi. 

TREK CENTRAL, LA APP PER GESTIRE TUTTI I DATI DELLA FUEL EXE

Trek ha sviluppato anche una nuova app per gestire i dati di autonomia, erogazione e navigazione: la Trek Central permette di visualizzare sullo smartphone tutti i dettagli riguardanti la bici.

Con Trek Central si può personalizzare il comportamento del motore, adattare la bici al tipo di terreno o allo stile di guida, ma anche controllare la pressione di copertoni e sospensioni e tracciare le proprie uscite grazie all’interazione con altre applicazioni, fra cui komoot.

AGILE, SCATTANTE E LEGGERA: FUEL EXE E’ PENSATA UNA PERFETTA BICI DA TRAIL

Fuel EXe è leggera, agile e scattante, proprio come dovrebbe essere una bici da trail: è stata del resto realizzata con una geometria da trail bike aperta e performante, con un’angolazione del tubo sterzo di 65 gradi.

L’angolazione del tubo sella di 77 gradi garantisce l’assetto giusto per le salite più impegnative e le lunghe risalite su strada. Grazie al motore compatto i foderi orizzontali di Fuel Exe si sviluppano su soli 440mm, mantenendo la pedalata agile e scattante.

Fuel EXe ha ruote da 29″ ed è impreziosita dal sistema brevettato ABP, sviluppato per mantenere attiva la sospensione posteriore durante la frenata, e dal sistema Mino Link, il flip chip che ne varia le geometrie.

Quali sono le caratteristiche che nella e-MTB dei vostri sogni non possono mancare?

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!