ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Da Pantani ai borghi della Romagna: Montiano, Longiano, S. Arcangelo

2 mesi fa •  2 minuti di lettura
Due itinerari con partenza dal monumento al 'Pirata': il primo di 44 km tocca due rocche dell'entroterra, il secondo fa visita a uno dei borghi più vivaci della Romagna

Chi dice Cesenatico, dice Marco Pantani; impossibile non ripesare al ‘Pirata’, alle sue imprese, alla sua bandana, a quella passione per la bicicletta che ha trasmesso a tutti gli italiani di ogni età.

E da Cesenatico muovono due itinerari di Romagna Bike, il progetto che coinvolge quattro province per oltre 4mila chilometri tra strade asfaltate minori e sterrato, borghi e vigne, rocche e castelli.

Entrambi rientrano nella sezione “Borgi e castelli”; il primo misura 44 chilometri per 270 metri di dislivello, dovuti alle salite verso Montiano e Longiano; il secondo è di 42,7 km per appena 67 metri di dislivello e ci porta a Sant’Arcangelo di Romagna, per poi far ritorno a Cesenatico.

LE ROCCHE DI MONTIANO E LONGIANO (44 km)

Dal monumento a Marco Pantani si pedala sul lungomare di Cesenatico e lungo le strade secondarie della campagna romagnola fino alle colline del Cesenate. 

La prima salita conduce ai 166 metri del borgo di Montiano (km 20,7), dominato dalla sua Rocca Malatestiana dalla singolare forma a cuore, le cui alte mura nascondono l’eleganza dell’interno e conferiscono al castello un’aria poderosa.

Sul colle dirimpetto, il suggestivo Parco della Rimembranza, con il Monumento ai Caduti, da dove si scende per poi risalire ripidamente sull’altro fianco della valle, fino al borgo di Longiano (km 23,7), al suo castello trasformato in museo d’arte moderna e contemporanea e al suo santuario del Santissimo Crocifisso; una volta ammirato il panorama sulle colline e sul mare, si ritorna a Cesenatico lungo strade di campagna poco trafficate.

IL BORGO DI SANT’ARCANGELO DI ROMAGNA (42,7 km)

Partendo dal monumento a Marco Pantani si pedala verso sud sul lungomare fino a immergersi nella campagna romagnola; da Gatteo a Mare (km 4,3) fino a Savignano sul Rubicone (km 14,3) si pedala lungo l’argine del fiume Rubicone, salendo in maniera lievissima; superata Savignano, teniamo via Rio Salto fino al km 17,8 dove si svolta a sinistra verso Sant’Arcangelo di Romagna (km 21,7).

A Sant’Arcangelo, sul colle di Giove, ci si perde nella architettonica dei nobili palazzi, dei vicoli e delle piazzette; che le hanno conferito il titolo di Città d’Arte, vivacizzata da sagre di paese e manifestazioni internazionali. Fra i punti di maggior interesse ci sono Torre del Campanone, Porta Cervese, Piazza delle Monache, Chiesa Collegiata, Pieve di San Michele, Sferisterio, ma anche il museo archeologico Musas e il Met – Museo etnografico degli usi e costumi della gente di Romagna.

Si arriva infine a Bellaria Igea Marina pedalando sui sentieri di campagna che costeggiano il fiume Uso; poi si ritorna al punto di partenza tra gli stabilimenti balneari del lungomare.

Qual è l’itinerario da Cesenatico che vi ha ispirato di più e perché entrambi? Ditecelo nei commenti!

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!