ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Roma, partiti i lavori della ciclabile Città Universitaria-Stazione Termini

3 mesi fa •  2 minuti di lettura
Finanziato con 595mila euro dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il progetto collegherà la Sapienza con lo snodo ferroviario. Sarà lunga 750 metri ma avrà grande impatto sul traffico

Qualcuno l’ha ribattezzata “la ciclabile dei fuori sede”, perché collegherà di raggiungere l’Università Sapienza dalla stazione termini in sella; finanziata con 595mila euro dal Ministero delle infrastrutture e trasporti con un decreto dell’agosto 2020 in favore delle ciclovie urbane, si appresta a diventare realtà. 

Sono partiti infatti, a Roma, i lavori per la realizzazione dell’itinerario ciclabile “Città Universitaria – Stazione Termini”; ad annunciarlo è stato l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Eugenio Patanè.

IL PERCORSO E GLI OBIETTIVI: 150 KM DI PISTE CICLABILI NELL’OTTICA DELL’INTERMODALITÀ

Come ricordato da Roma Capitale, il percorso Sapienza-Termini è coerente con l’obiettivo di “innervare la città di infrastrutture per la pedonalità e la ciclabilità intorno all’ossatura principale, che è quella del trasporto su ferro”.

In programma c’è la realizzazione di altri 150km di piste ciclabili ma, al di là della quantità, è stata posta grande attenzione alla qualità dei chilometri, nell’ottica dell’intermodalità.

“La ciclabile che andrà dalla stazione Termini alla Città Universitaria, ad esempio – ha spiegato l’assessore Patanè – sarà lunga 750 metri, ma avrà un notevole impatto sul traffico di quella zona perché copre il primo e l’ultimo miglio tra un importante hub di trasporto pubblico e un luogo frequentato dai giovani studenti universitari, dal corpo docente e non docente”.

QUALI SONO I TRATTI INTERESSATI E DOVE SONO PARTITI I LAVORI

Nata da un’idea dei Giovani Democratici tre anni fa, la ciclabile universitaria è una delle poche finanziate a livello statale.

Il progetto è stato affidato a Roma Servizi per la Mobilità e per caratteristiche geometriche e funzionali ed è suddivisibile in tre tratte, che coincidono con gli assi viari interessati dall’intervento; viale delle Scienze, da piazzale Aldo Moro all’intersezione con viale dell’Università; viale dell’Università, dall’intersezione con viale delle Scienze a quella con viale Pretoriano e via del Castro Pretorio; via del Castro Pretorio, dall’intersezione con viale Pretoriano e via del Castro Pretorio alla Stazione Termini. 

La prima parte dei lavori ha riguardato lo spartitraffico centrale di viale dell’Università, da viale Pretoriano verso viale delle Scienze.

I DETTAGLI DEL PROGETTO DELLA CICLABILE FRA TERMINI E LA SAPIENZA 

Su viale delle Scienze, i lavori prevedono un tratto ampio 2,50 metri affiancato allo square centrale nella carreggiata direzione Policlinico, con rifacimento pavimentazione e protezione con un cordolo in polimeri; sarà messo in sicurezza l’attraversamento semaforico con viale dell’Università con realizzazione di isole salvagente.

A viale dell’Università la pista avrà una larghezza di tre metri, scivolerà al centro dell’alberato e avrà pavimentazione drenante; saranno chiusi due varchi per l’inversione di marcia, messo in sicurezza un varco di immissione in piazza Confienza e protetto, con un cordolo, un breve tratto verso l’intersezione con viale Pretoriano. 

A Castro Pretorio, infine, sarà necessaria la riorganizzazione della fascia pedonale e la messa in sicurezza e riqualificazione dei tratti di pavè e dei cigli in cattive condizioni; verrà chiusa la svolta a destra in direzione viale Pretoriano da Termini con ampia fascia pedonale; la ciclovia sarà alla stessa quota dei pavè a fianco del marciapiede, del quale è previsto l’ampliamento all’intersezione con via Marsala a protezione della pista. 

Quanti di voi raggiungono l’università in bicicletta e dove? Ditecelo nei commenti!

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!