ico/func/dark/infoCreated with Sketch.

Colnago Gioiello, un’elegante limited edition che celebra il Giro d’Italia

7 mesi fa •  2 minuti di lettura
Prodotta in 50 esemplari, basata sul telaio C68, la bici dell'azienda di Cambiago è ispirata al Trofeo Senza Fine della Corsa Rosa. La numero 1 è stata venduta all'asta a Ginevra per 125mila euro

La numero 1 è stata venduta all’asta alla settimana del lusso di Sotheby’s al Mandarin Oriental di Ginevra (Svizzera), per una cifra pari a 125mila euro; nella parte superiore del tubo sterzo ha un manufatto in oro 18 carati con un diamante da 2,03 carati incastonato all’interno.

Anche gli altri 49 esemplari della Colnago Gioiello, però, sono dei pezzi speciali e preziosi, prodotti in edizione limitata sulla base del telaio C68 in occasione del recente Giro d’Italia numero 106.

TELAIO DECORATO IN FOGLIA ORO, TRAMA DEDICATA CON UN RAFFINATO ASSO DI FIORI 

Ispirata dalle iconiche spirali del Trofeo Senza Fine, Colnago Gioiello è nata proprio per celebrare la partnership tra la storica azienda ciclistica milanese, simbolo della manifattura artigianale italiana nel mondo, e la Corsa Rosa, gara ciclistica che ha fatto conoscere a tutti la bellezza del Bel Paese.

Decorata interamente con la tecnica della foglia oro, la Gioiello si caratterizza anche per una forcella dalla trama dedicata; con un elegante pattern che propone l’Asso di Fiori, il simbolo di Colnago, in chiave più raffinata.

Lo stesso disegno è ripreso anche sulla sella, realizzata in collaborazione con Selle Italia, e sul nastro manubrio.

IL PORTABORRACCIA STAMPATO 3D CHE RICHIAMA IL “TROFEO SENZA FINE” DEL GIRO

A rendere unica Colnago Gioiello sono anche la gabbia del cambio con pulegge oversize stampate in titanio 3D; trattate con una speciale finitura dorata di copertura TiN, i tappi del manubrio e i tappi dei perni passanti, lavorati in foglia d’oro, l’Asso di Fiori dorato in rilievo sul fronte del tubo sterzo e i raggi delle ruote montate a mano, realizzati anch’essi in colore oro.

Infine, l’elemento che più di tutti funge da trait d’union con il Trofeo Senza Fine; il portaborraccia stampato 3D, anch’esso ricoperto in foglia d’oro, con le spirali del simbolo della Corsa Rosa.

LA SERIE C DI COLNAGO: LA TRADIZIONE DEL TELAIO MODULARE FATTO A MANO IN ITALIA

Ogni modello della serie C – come Carbonio, Colnago, Cambiago, Classe –  racconta quanto è cresciuta Colnago dal 1954, anno di fondazione; ognuno è stato costruito seguendo la rigorosa tradizione del telaio modulare fatto a mano in Italia, unendo quindi i tubi e le giunzioni con una tecnica che negli anni si è raffinata e ha permesso di una grande adattabilità del telaio, una bicicletta “sartoriale”, fatta su misura, da sempre fiore all’occhiello della casa di Cambiago

Un altro fattore che caratterizza le biciclette di questa gamma è la ricerca del design unico, elegante ed esclusivo. Colnago è unico anche nel top di gamma: ha anche un altro modello, la serie V, che è dedicata al mondo racing, la cui ultima nata V4Rs è progettata per vincere ed usata in gara da UAE Team Emirates e UAE Team ADQ.

Da 1 a 50, quanto vi piace la Colnago Gioiello e che “follia” fareste per averla? A voi i commenti!

Commenti

Inizia la discussione.

Lascia un commento

      Contattaci

      Vuoi saperne di più? Vuoi entrare in DINAclub? Vuoi inviarci una segnalazione? Scrivici e ti risponderemo al più presto!